Warning: Undefined array key "debug" in /homepages/35/d854923126/htdocs/wp-content/themes/madil/loop-templates/header-single.php on line 27

ZAM – Zahret Al Madan Damasco

Zahret Al Madan – ZAM (“Fiore di tutte le città”) è un’associazione della società civile damascena, fondata da donne e “per donne” nel 1962.

L’associazione è registrata presso le autorità competenti (Ministero degli Affari Sociali) e nasce e si sviluppa come centro di accoglienza e supporto per donne, col fine di aiutarle a sviluppare il proprio ruolo e le proprie possibilità all’interno della società siriana. Dalla formazione professionale, alle attività di protezione per donne e ragazze sole, fino al supporto alle famiglie con bambini e adolescenti con disabilità, Zahret Al Madan ha costruito un rapporto stabile e partecipativo con la comunità di Hajar Al Aswad, diventando una delle associazioni più attive sul territorio damasceno negli ultimi anni.

Fin dal 2000, e più tardi nel 2010 grazie al supporto di Armadilla, Zahret Al Madan gestisce un centro di assistenza per le comunità dell’area Sud di Damasco, dove svolge la sua attività di protezione e rafforzamento del ruolo della donna e di assistenza e inclusione dei minori con disabilità cognitiva e fisica.
Dal 2013, con l’intensificarsi del conflitto, l’Associazione ha dovuto abbandonare il Centro di Hajar Al Aswad e ha stabilito le sue attività in appartamenti del sobborgo di Midan, dove, pur tra mille difficoltà, si è continuato ha lavorare per e con i beneficiari del programma di protezione e sviluppo di donne e minori con disabilità.

A oggi, circa 1.300 famiglie sfollate e residenti, vivono il centro di assistenza di Zahret Al Madan come un’oasi di solidarietà, speranza e sicurezza, grazie alle attività sviluppate insieme ad Armadilla e col generoso supporto di partner e finanziatori internazionali: Chiesa Valdese, Agenzie delle Nazioni Unite e AICS-Cooperazione Italiana, Provincia Autonoma di Trento e Municipio Roma 2 di Roma Capitale.

Il tuo 5 x mille può sostenere il processo di pace e gli aiuti umanitari in Siria