La guerra in Siria è una guerra dentro la guerra civile. Non si fermano gli scontri e le violenze, l’emergenza della guerra in Siria senza fine è negli occhi dei milioni di profughi.

Armadilla dall’inizio della guerra in Siria non ha mai abbandonato le famiglie, quelle che sostiene da oltre dieci anni a Damasco nella sua periferia più povera. Le loro necessità sono adesso una emergenza a cui Armadilla risponde giorno dopo giorno, con la sua presenza al fianco della popolazione stremata da una guerra infinita. Armadilla è con 10.000 persone anche durante la guerra in Siria, per dare assistenza e per ridare speranza.

Scorte alimentari, vestiti e coperte per affrontare l’emergenza freddo in inverno, acqua per superare l’emergenza siccità in estate necessarie per questa guerra in Siria. E poi la creazione di spazi di gioco per bambini e momenti di incontro per le donne, per affrontare il dramma emotivo della guerra in Siria.

Ed educazione e cura per non far mancare l’assistenza di base. Armadilla ancora in Siria per aiutare le famiglie a credere nella fine della guerra in Siria e sperare nel ritorno della pace.

View Post

SIRIA: PIÙ DÌ UN MILIONE I RIFUGIATI ENTRO GIUGNO (UNHCR)

In Siria e Libano News by Armadilla

Sono circa 305mila i rifugiati siriani in Libano che stanno ricevendo aiuti dal governo di Beirut. Lo riferisce l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (NHCR), spiegando che 112.384 siriani si trovano nel nord del Paese dei Cedri. A seguire ci sono i 97.108 rifugiati siriani a Bekaa, 51.283 a Beirut e i 44.978 nel sud del Libano.

View Post

Attentati a Damasco, 20 morti tra cui alcuni bambini

In Siria e Libano News by Armadilla

Damasco stamattina si è svegliata sotto una serie di attentati, almeno 5 esplosioni, molto ravvicinate tra di loro che hanno seminato morte e distruzione nella capitale siriana. Le esplosioni hanno danneggiato case e veicoli. La Televisione di Stato, intervenuta sul posto, ha mostrato diversi corpi senza vita distesi sulle aiuole della zona. Nella deflagrazione, sembra siano stati investiti almeno 4 …

View Post

SIRIA: ESERCITO E OPPOSIZIONE ACCUSATI DI CRIMINI DI GUERRA

In Siria e Libano News by Armadilla

La commissione d’inchiesta internazionale del Consiglio per i Diritti Umani ha preannunciato la pubblicazione, il mese prossimo,di una lista dei nomi delle persone “ritenute responsabili per i crimini contro l’umanità commessi in Siria e per le violazioni del diritto umanitario e per le violazioni gravi dei diritti umani”. La commissione d’inchiesta ha rinnovato il suo invito all’Assemblea Generale delle Nazioni …

View Post

Siria, orrore sequestri: due preti tra gli ostaggi

In Siria e Libano News by Armadilla

Non hanno detto nient’altro i sequestratori di padre Michel Kayyal (armeno cattolico) e padre Maher Mahfouz (greco ortodosso), rapiti il 9 febbraio da un gruppo di ribelli sulla strada che da Aleppo conduce a Damasco. La telefonata è arrivata al fratello di uno dei due sacerdoti, e ha lasciato nell’angoscia le famiglie e un’intera comunità di fedeli.

View Post

SIRIA: LA GUERRA RIAPRE LA QUESTIONE ARMENA

In Siria e Libano News by Armadilla

La guerra in Siria riapre una questione ancora irrisolta dopo un secolo, quella Armena. Il settarismo etnico e religioso che il conflitto sta generando colpisce in modo specifico gli armeni siriani, circa 100.000 prima dell’esplodere della crisi. In questi mesi gli armeni hanno ingrossato il fiume di profughi che lascia il Paese.

View Post

SIRIA: DUE MILIONI E MEZZO GLI SFOLLATI NEL PAESE

In Siria e Libano News by Armadilla

Secondo World Food Programme, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’alimentazione, 40.000 persone sono fuggite in poco meno di due giorni da Al-Shaddadeh, nella regione orientale della Siria. Dopo alcuni giorni di feroci combattimenti, la città in un’area petrolifera, è stata conquistata dai ribelli.

View Post

LIBANO: PROFUGHI, TENSIONI SOCIALI E IL RUOLO DEL GOVERNO

In Siria e Libano News by Armadilla

Il Governo libanese sta approntando un nuovo piano nazionale di aiuto ai rifugiati siriani. Milioni di dollari sono arrivati nel Paese per questa emergenza, ma la politica libanese non deve limitarsi a organizzare l’assistenza. Deve preoccuparsi anche di gestire la diffidenza dei suoi cittadini per i campi profughi e le tensioni che potrebbero nascere tra la comunità locale e quella …