Siria e Libano News

Siria : Dichiarazione delle Nazioni Unite sui civili colpiti dall’aumento delle ostilità

ocha

L’intensificarsi della violenza causata dai combattimenti ha avuto un impatto devastante su tutti i civili in tutta la Siria. Sia a Idleb, a est Ghouta nelle zone rurali di Damasco, Hama, Damasco, Aleppo, Hassakeh, Deir EzZour, Raqqah o Daraa, la recente violenza ha provocato morti e ferite di centinaia di civili, tra cui donne e bambini.

I civili nelle aree colpite hanno urgente bisogno di protezione e assistenza umanitaria, ma i combattimenti impediscono il movimento delle persone e le forniture necessarie a salvare vite umane in pericolo.  Nelle ultime settimane,  un  aumento indiscriminato dei bombardamenti  e del conflitto ha obbligato decine di migliaia di persone a lasciare le proprie case.

È urgente garantire l’accesso umanitario nei campi e negli altri  siti di fortuna dove  gli sfollati hanno urgente bisogno di assistenza.  Tutti i civili colpiti, ovunque essi siano, devono essere protetti e va data loro l’adeguata assistenza  e garantita la loro libertà di movimento.

L’ONU in Siria sollecita tutte le parti, all’interno e all’esterno del paese, a prevenire ulteriori violenze e consentire alle organizzazioni umanitarie di aiutare le persone bisognose.

L’accordo di tutte le parti e dei loro alleati è necessario  per facilitare la consegna immediata e sicura  da parte dell’ONU e di Syrian Arab Red Crescent  degli aiuti  umanitari indispensabili per le persone in difficoltà in tutta la Siria, comprese  quelle assediate e in aree difficili da raggiungere.

L’ONU invita tutte le parti a facilitare l’evacuazione urgente  dei malati gravi  in particolare nell’area orientale di Ghouta, Foah e Kafraya e in altre località.

Quasi tutti i settori inerenti la sicurezza e la produzione economica  sono stati gravemente colpiti dalle  violenze  Le strutture sanitarie in tutta la Siria operano attualmente in maniera molto limitata. Gli sfollati interni  e le comunità colpite richiedono aiuti di emergenza in quanto hanno  esaurito le poche risorse che possedevano.

L’ONU in Siria ricorda a tutte le parti i loro obblighi inerenti il rispetto dei codici internazionali sugli aiuti umanitari, il rispetto dei diritti  umani e la protezione dei  civili.

L’ONU chiede che si consenta  agli operatori umanitari di fare il proprio  lavoro nel valutare i bisogni esistenti  e poter raggiungere le persone bisognose di cure, cibo, assistenza medica e ogni altro tipo di assistenza urgente.

Damasco, 17 gennaio 2018

www. unocha.org

ocha