Analisi

ISIS distrugge inestimabili siti archeologi in Iraq

https://www.almasdarnews.com/article/isis-ruins-priceless-historical-sites-iraq/ | Al-Masdar News

Lo stato islamico (ISIS) continua la sua orrenda campagna “anti civilizzazione” in Mesopotamia distruggendo il Muro di Niniveh di 4000 anni fa.

Attivisti locali hanno riportato la notizia del efferrato scempio di questa mattina quando i bulldozer hanno abbattuto la famosissima “Porta ADAD” e un parte del muro, solo pochi giorni dopo aver distrutto l’altra “Porta Mashki” costruita dal Re Assiro Sennacherib nel settimo secolo A.C.

Niniveh è l’antica citta Assira del nord della Mesopotania. Nel giugno del 2014, Isis conquistò Mosul, capitale della provincia di Niniveh.

Da li è cominciata l’espansione in Siria e Iraq, del gruppo internazionalmente riconosciuto del terrore e ha distrutto e danneggiato molti siti culturali e archeologici in entrambi in paesi, cancellando quindi il patrimonio culturale e archeologico della regione, con la sola scusa di cancellare le “rovine” degli infedeli e non musulmani.

 

image